Colombia, il caso dell'isola privata che offre droga e prostitute ai turisti
Sesso, droga, alcol e un'isola privata. Il trattamento con "pensione completa" proposto da un'azienda colombiana che si occupa di viaggi organizzati, sta facendo discutere. Secondo i media del Paese sudamericano sarebbe un invito esplicito al turismo sessuale. 

La "sex island experience" offre a 30 uomini la possibilità di prenotare una vacanza con 60 ragazze, probabilmente prostitute, a disposizione degli ospiti per tutto il giorno. Come mostra il video girato per promuovere la vacanza, sono inclusi anche il transfer dall'aeroporto e lo yatch per raggiungere l'isola a largo della coste di Cartagena, a nord della Colombia.

Proprio lo spot promozionale è finito al centro della bufera. Il video, molto esplicito nel descrivere l'offerta, è stato cancellato dal canale Youtube dell'azienda a causa della presenza di "nudità e contenuti di natura sessuale" ma è ancora rintracciabile online. Sul sito della società però è ancora possibile trovare tutti i dettagli sul soggiorno che andrebbe dal 24 al 27 novembre. I prezzi, tra i 500 e i 1200 euro, includono non solo le prestazioni sessuali, ma anche attività più tradizionali come l'accesso ai campi da golf.
 
Planisfero
Fotogallery