Pasqua e Pasquetta a Roma tra musei e archeoshow: tutto quello che c'è da vedere
di Laura Larcan
A Pasqua e Pasquetta, l'arte a Roma non chiude per ferie. E a farle compagnia sono anche i parchi a tema, i teatri e gli spazi culturali. Insomma, dal Colosseo a Jesus Christ Superstar, passando per le corse di bighe di Ben Hur, l'intrattenimento non manca. E si conferma città d'arte di appeal turistico, visto che, secondo le previsioni di Assoturismo Confesercenti, le prenotazioni alberghiere per le festività si registrano circa 500.000 arrivi. Vediamo nel dettaglio.

MUSEI. Porte aperte per domenica 16 e lunedì 17 aprile per i musei civici, che garantiscono l'apertura al pubblico secondo gli orari normali. Con qualche exploit da mettere in agenda. Come nel caso dei Mercati di Traiano, che sabato 15 aprile apriranno dalle 20 a mezzanotte al costo eccezionale di 1 euro, offrendo un ricco programma di spettacoli musicali. I Mercati di Traiano, che ospitano anche una ricca mostra archeologica dal titolo "I Fori dopo i Fori" diventano protagonisti del mese di aprile con questo speciale progetto voluto dall'Assessorato alla Crescita Culturale e organizzato da Zetema Progetto Cultura, anche in occasione dei 1900 anni dalla morte dell'imperatore Traiano. Figura storica (morto nel 117 d.C.) che sarà al centro delle celebrazioni anche del Natale di Roma tra 21 e 23 aprile. Tra domenica e lunedì, inoltre, sempre a cura di Zetema, i musei civici offriranno un calendario di eventi nei musei per arricchire le visite durante le giornate di festa (oltre alle mostre già in corso).

MOSTRE E MONUMENTI. Aperture confermate anche per i musei, monumenti, gallerie e siti archeologici del Ministero per i Beni culturali. Garantite aperture, tra gli altri,  per il Colosseo, Palatino e Foro Romano, Castel Sant'Angelo, la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, Palazzo Barberini, dove vale la pena godersi oltre ai Raffaello, ai Caravaggio, ai Rubens, anche ben quattro esposizioni di grande interesse, a partire da quel piccolo gioiello che è "Venezia scarlatta. Lotto, Savoldo, Carianì", con dipinti prestati dal Louvre, Prado, Met e Accademia di Carrara, per proseguire con "Mediterraneo in chiaroscuro: Ribera, Stomer, Mattia Preti da Malta a Roma". E ancora, dal Museo Etrusco di Villa Giulia a Villa Adriana aTivoli, passando per Ostia Antica. Dal Vittoriano (con Boldini) alle Scuderie del Quirinale, dal Palazzo delle Esposizioni al Chiostro del Bramante (con Basquiat), anche le mostre mantengono gli orari di routine.

ARCHEOSHOW. Per Pasqua e Pasquetta si riaccendono luci, suoni, animazione, realtà virtuale e tridimensionale tra il Foro di Augusto e il oro di Cesare, lo spettacolo multimediale griffato Piero Angela e Paco Lanciano, al via dal 13 aprile (dalle ore 20). E l'Ara Pacis non sarà da meno. Perché l'altare di Augusto, col suo museo incastonato nella Teca di Richard Meier, dal 21 aprile, Natale di Roma, apre di sera per i suoi show a colpi di realtà aumentata e la visita immersiva e multisensoriale al monumento diventa permanente, fino al 30 ottobre, e non più solo venerdì e sabato. 

 
Planisfero
Fotogallery