Roma, 23 milioni di passeggeri a Fiumicino: in crescita del 3,9%
Cresce il traffico negli aeroporti romani e, in particolare, a Fiumicino che a giugno mette a segno un nuovo record con il 43esimo mese di incremento consecutivo per il lungo raggio. Nel primo semestre del 2018, secondo fonti delle compagnie aeree, sono circa 23 milioni i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale romano, registrando un aumento del 3,9% rispetto allo stesso periodo del 2017. Nel solo mese di giugno a Fiumicino e Ciampino sono transitati circa 4,6 milioni di viaggiatori con una crescita di sistema del 5,5% rispetto a giugno 2017. Il Leonardo da Vinci ha visto transitare 4,1 milioni di passeggeri, il risultato più alto di sempre in questo mese, effetto della forte spinta del traffico internazionale +7,3% e dall'ulteriore balzo del lungo raggio, che ha chiuso lo scorso mese con risultati a doppia cifra, +16,2%.

«Se il buon giorno si vede dal mattino, prevediamo un'estate positiva. I bilanci si fanno, però, alla fine e possiamo dire abbiamo avuto un giugno da record grazie, soprattutto alla crescita del lungo raggio oltre il 16%», ha commentato l'amministratore delegato di Adr, Ugo de Carolis, interpellato a margine del convegno su Fiumicino gateway di Roma per la Cina.

Per l'intercontinetale, le destinazioni più apprezzate sono il Sud America che registra un +41,7% a giugno rispetto allo stesso mese del 2017. E fondamentale anche il contributo dell'Estremo Oriente con una crescita del volumi del 17,5% grazie al nuovo volo di Alitalia verso l'India, gli incrementi di Asiana e Alitalia verso Seoul e di Singapore Airlines verso Singapore. In forte sviluppo anche il Nord America con una crescita del 12,8% e in aumento i flussi verso l'Africa (+27,6%). Sul fronte internazionale, vedono una crescita a doppia cifra i voli verso i mercati europei extra-Ue di breve e medio raggio (+14,1%), grazie all'incremento dei volumi verso l'Ucraina e la Turchia.

L'effetto positivo indotto dall'avvio dei mondiali di calcio ha portato un aumento del traffico verso la Russia, con un +45,1%. Segnali positivi poi anche dal mercato domestico che evidenzia un trend di ripresa dopo le riduzioni di Alitalia dello scorso anno. I passeggeri crescono del 3,7%, un aumento ascrivibile principalmente alla riapertura del traffico verso Malpensa e Trapani. «Alitalia sta lavorando bene e sta crescendo. Ora bisogna capire cosa succede e noi siamo sempre pronti a lavorare con Alitalia e con gli altri vettori», ha detto de Carolis.
Planisfero
Fotogallery